Traverlonga: impressioni della prima volta

Ci siamo…. Ore 10:02 del 21/06/14…. Siamo già in ritardo di 2 minuti… figurati cosa vuoi che siano 2’ … sono le ore che mi aspettano davanti  che mi preoccupano…sono in acqua nel lago ad Omegna e laggiù in fondo al lago, al lido di Gozzano,  non lo vedo ma so che c’è l’arco gonfiabile che segnerà la fine.

Pronti …..VIA!!!!

Partiti…. Siamo in 136……direi pazzi…..anzi 134 con la muta e 2 superpazzi con il costume a farsi scaldare dall’acqua del lago a 19°C!!!

Si comincia… uno, due,tre, quattro,cinque….. ma che cavolo fai Diego … non vorrai mica contare le bracciate…. Diventi deficiente… saranno  14000!!!

E allora alzi la testa vedi il primo promontorio lontano e ricominci a girare le braccia… piano  mi raccomando che mica dobbiamo fare i 100 forte….

Guardi l’orologio sono passati  otto minuti e a parte i primi che sono partiti a razzo, siamo ancora parecchi tutti insieme in un gruppetto. Qualcuno va storto e ti passa di fianco, ti urta… ma cavoli hai un lago intero devi venirmi a nuotare addosso?

E intanto continui a nuotare, sempre li, perso nel blu profondo del lago da solo insieme ad altri.

Alzo la testa un bel gruppo si sposta verso la riva sinistra, perché? Il promontorio di punta Crabbia è sempre li davanti a me, dove mi aspetta il primo rifornimento dopo 5,2km da Omegna… guardo l’ora 45’ dal via…. Sono più o meno a metà strada ed è ora del primo gel… apro il tubetto quasi fermandomi e poi inconsciamente un bel sorso di acqua di lago… bene per ora tutto ok… il male alle braccia dell’inizio è passato (dovevo sciogliermi…. e si lo so 2,5km per sciogliersi sono un po’ tantini….)

Sta uscendo il sole…me ne accorgo e sotto di me la strana diffrazione della luce mi fa sembrare che il fondo sia lì… a portata di mano che ti viene quasi voglia di immergerti e di andarlo ad accarezzare…

Rialzo la testa, intravedo al boa vicino a riva che indica il punto del primo rifornimento… cambio rotta…. Mi fermo : “93!!” ( è il mio numero di boa) ed ecco il sacchettino rosso che mi viene lanciato….due gelatine e una borraccia che scolo in un sorso per metà e poi ancora un po’ subito dopo…. guardo il tempo 1h22’ (va bene) …. Sembrano attimi brevi ma intanto rifiato due minuti (due di orologio..non di più)

Poi di nuovo verso l’infinito  e questa volta ci sono 4 chilometri in mezzo al lago e lontano dalla riva, prima della prossima sosta….sono solo…penso a chi è a riva e magari è andata a correre…guardo l’ora sono quasi le 12…oramai sarà già tornata e si preperarà alla sua gara… sicuramente in compagnia degli altri…

Oramai sono due ore che sono qua che giro le braccia…mi sento solo…mai nuotato così tanto di seguito… ora si verso l’incognito…. mi sento solo….scrollo la testa…sento il rumore dei campanellini attaccati a gli occhialini… ma allora sei con me anche se sei a 7km distanza… che bello!!!

Alzo la testa…. Intravedo una boa…alle mie spalle un compagno di traversata si è unito a me… ci guardiamo vediamo la boa fuori dalla nostra rotta e un giudice che ci dice di proseguire diritto verso il promontorio di Orta San Giulio, mentre tanti altri stanno nuotando più vicini alla riva….  forse hanno fatto più strada (però ragazzi si chiamamo acque libere perché ognuno fa un po’ la strada che gli pare…..)

Ora si vede la boa vicino a riva che indica il secondo rifornimento… .questa volta il sacchetto è blu… ci ho messo lo stesso contenuto di quello rosso…mi fermo mi riposo un po’ di più(3’) aspetto che il mio compagno di traversata finisco di mangiare e poi ripartiamo….

Tempo: 2h30’ (perfettamente come previsto…)

Ultima tappa da Orta San Giulio a Lido di Gozzano ….ultimi 4,5/4,8 km (dipende dai punti di vista)…vabbè, penso, oramai è finita… questa è la distanza che fanno tutti (lo so a volte sono presuntuoso…) subito la corrente tende a spingermi verso il promontorio dobbiamo fare una curva nel percorso … qui non si può tirare dritto in mezzo al lago perché ci passano i traghetti….

Le spalle cominciano a fare male… c’è un lungo tratto tutto diritto sotto costa che mi annoia parecchio… fortuna che ogni tanto scuoto la testa… suonano i campanellini, entra acqua nella muta… è fredda… ma il cuore è caldo…

Guardo l’orologio siamo a tre ore… penso ok tra poco mangio l’ultimo gel… penso  a chi è a riva… starà partendo con il battello… magari mi passano a poche decine di metri… del resto la loro gara dovrebbe iniziare tra poco  più di un’ora…

Alzo la testa vedo la boa arancio in fondo… dico sarà la n° 10…dietro c’è la spiaggia Miami beach da dove partiranno quelli della minitravercorta…(quella robetta da 1,3km…..) cavoli arrivo li e metto le gambe… siamo poi alle ultime bracciate…

Guardo l’ora 3h20’: mi dico sto bene …un po’ male alle spalle ma non ho buchi allo stomaco… il gel non lo uso..aspetto ancora un po’….e intanto vedo la spiaggia Miami beach

3h25’ cavoli ma sono fermo? No il tempo non passa più e la spiaggia Miami è sempre li di fianco…ufff…

Poi finalmente si svolta dall’ultimo promontorio…l’ultima boa è in centro al lago ma ci passo molto lontano ( siamo in acque libere,no?) alzo la testa…eccolo il traguardo vedo l’arco gonfiabile….no guardo l’orologio..resisto faccio ancora un po’ di bracciate….

Oramai è davvero finita… saranno gli ultimi 500….conto le bracciate sinistre….uno, due, tre, …. Quarantanove, cinquanta, poi perdo il conto guardo l’orologio 3h45’ : è il pronostico senza pause, beh mi sono fermato 5’ va bene…. Non sono più solo oramai..alzo la testa intravedo le persone a spiaggia…. Arriva l’onda di un motoscafo (ci mancava questo…) nel frattempo io e il mio socio abbiamo recuperato un altro per strada che si è attaccato in coda… Mai uno a darti il cambio a fare scia, neanche fossimo ciclisti….

Alzo la testa..stimo… saranno 400metri… dato che sono almeno 9km che tiro io davanti penso:”col cazzo caro amico che mi passi sul finale!!”, metto le gambe e aumento la frequenza delle braccia stanche…entro nell’imbuto finale…ecco ora si che nuoto nella nutella.. braccia cotte e corrente contro…. mi rendo conto che nuoto male (più del solito…) ultimi metri…ultime bracciate…oramai è fatta…questa volta il fondo lo vedo per davvero..mi alzo …sento lo speaker che mi annuncia…se sei tu alza le braccia ( facile a dirsI!!) passo sotto il traguardo… il chip suona….e’ FINITA!!  3h52’06”!!!! sotto le 4 ore… ora sono davvero stanco ma molto contento…. un’esperienza veramente bella…la prossima volta però il Lago d’Orta lo attraverserò nell’altro senso!!!!!

0 Responses to “Traverlonga: impressioni della prima volta”


  • No Comments

Leave a Reply